<< home


Per una selva oscura. Come trasformare il dolore in un talismano che cura
15/02/2020
A.V.A.D. propone il seminario partendo dall'esperienza del "prendersi cura delle persone" dove l'incontro con il dolore, con
difficoltà di ogni tipo ha permesso di vedere come da eventi negativi parte la spinta giusta per evolvere e scoprire in noi risorse
e capacità che non sapevamo nemmeno di avere.Se vivessimo solo in condizioni positive, non potremmo scoprire quei lati della
personalità che ci rendono più solidi.La capacità di un materiale di assorbire un urto senza rompersi è detta “resilienza” ma in
psicologia è un concetto che indica la capacità di far fronte in maniera positiva a eventi traumatici, di riorganizzare
positivamente la propria vita dinanzi alle difficoltà, di ricostruirsi restando sensibili alle opportunità positive che la vita offre,
senza alienare la propria identità. È una forza che arriva da dentro e che ci porta a trasformare il dolore in risorsa, tanto da trarre
beneficio da quello che all’inizio sembrava solo qualcosa di negativo.La resilienza, se allenata e sviluppata, cambia la prospettiva
della vita perché ci mostra lati di noi stessi che non sono facili da cogliere in situazioni di vita positive.
>> leggi


IL MEGLIO DI NOI una risposta a morte e sofferenza
15/12/2019
ESce su TOSCANA OGGI un articolo di presentazione e commento al docufilm IL MEGLIO DI NOI per la regia di Maria Erica pacileo e Fernando Maraghini
>> leggi


"IL MEGLIO DI NOI"docufilm sulla resilienza
05/12/2019
L’Associazione volontari assistenza domiciliare  (AVAD) presenta GIOVEDI’ 5 dicembre ore 20,30 alla Casa dell’energia via Leone Leoni 1 Arezzo,  il docufilm «Il meglio di noi », per la regia di Maria Erica Pacileo e Fernando Maraghini. Il documentario, è un’azione del progetto «Orizzonti illimitati  » finanziato dalla Fondazione Prosolidar con la partnership di ASLsudest Toscana, CESVOT regionale, TSD e Fezfilm.
>> leggi


archivio News & Progetti



seguici su Facebookseguici su Youtube


photogallery
Cosa Facciamo

Assistenza domiciliare a persone malate  e alle famiglie
L'intervento dell'associazione non è di tipo infermieristico, ma è rivolto all'aiuto umano nei confronti del malato e della sua famiglia donando loro sollievo nelle ore di presenza e un utile sostegno, spirituale e pratico, attenuando difficoltà pratiche e logistiche.

Spazio di ascolto per colloqui individuali
La disponibilità della psicologa a sostenere i volontari nelle problematiche legate ai casi che seguono (ascolto attivo, burn out) e la possibilità per chi si avvicina al volontariato di interrogarsi sulle motivazioni.

Lavoro di gruppo su problematiche e temi di interesse
Approfondimento di alcune tematiche comuni del lavoro di assistenza e  coordinamento degli interventi.

Formazione e aggiornamento volontari
Corsi e aggiornamenti sui temi della relazione d’aiuto, comunicazione e ascolto attivo, accompagnamento ed elaborazione del lutto.
 
Lavoro di rete con enti e associazioni su progetti comuni
Collaborazione con enti pubblici, privati e terzo settore, condivisione di progetti e interventi.
 
Progettazione  e comunicazione
Ricerca, promozione studio di progetti utili alle attività dell’Associazione. Diffusione di notizie e documenti di interesse attraverso i mass media.