<< home


LE BUONE NOTIZIE
24/11/2018
Sull'inserto de "La Nazione" del 24 novembre 2018, un artcolo sui volontari A.V.A.D.
>> leggi


GIORNATA DEL DOLORE Hospice aperto a tutti i cittadini
10/11/2018
Questa giornata vuole offrire uno spunto di riflessione sul significato del termine Cure palliative, da ‘pallium’, il mantello, e cioè le cure che possono avvolgere – spiega il direttore Pier Domenico Maurizi - tutte le misure adottate in questo ambito sono orientate alla qualità di vita delle persone affette da una grave patologia e al sostegno dei loro familiari”. “Accompagnare una persona nel passaggio fra la vita e la morte è un atto di profondo rispetto e umanità che in Asl sud est garantiamo grazie a professionisti preparati e presenti, con la mente e con il cuore – conclude il direttore sanitario Simona Dei - le iniziative di questi giorni hanno il fine di far conoscere, diffondere, confrontare e migliorare tutto questo”.
>> leggi


PISSR Piano integrato socio sanitario regionale
13/09/2018
Piano Integrato Socio sanitario Regionale 2018 -2020
 Il Piano Sanitario e Sociale Integrato Regionale è strumento di lavoro della Giunta e del Consiglio. della Regione Toscana
>> leggi


archivio News & Progetti



seguici su Facebookseguici su Youtube


photogallery
News & Progetti

Il verbo delle emozioni.esperienze e percorsi di volontariato domiciliare
11/04/2019

A.V.A.D. presenta il libro “Il verbo delle emozioni. Percorsi ed esperienze  di volontariato domiciliare”a cura di Bruna Cantaluppi, Erika Frasconi, Giuliana lacrimini che è pubblicato da CESVOT nella collana Briciole.

Giovedì 11 aprile alle ore 18,00 alla Casa dell’energia di via Leone Leoni  Arezzo

Nella sua prefazione Francesca Marin, docente di filosofia morale dell’Università di Padova, sottolinea che approfondire il tema della motivazione al volontariato significa promuovere la cura di sé, ma anche quella dell'assistito e dell'intera associazione. Ecco perché le riflessioni di carattere teorico-applicativo contenute in questo testo possono offrire un contributo rilevante a coloro che svolgono attività di volontariato. A dire il vero, l'auspicio è che il messaggio lanciato da AVAD, e in particolare dalle curatrici del presente volume, possa giungere a tutti, cioè non solo ai volontari ma anche a chi non appartiene al mondo del volontariato. In effetti, ognuno di noi dovrebbe affrontare le questioni chi sono io, perché sono qui, perché continuo a stare qui, ovverosia chiedersi che tipo di persona vuole essere e interrogarsi in merito al proprio progetto di vita.

La pubblicazione è divisa in due parti: Noi in A.V.A.D. che è l’esperienza diretta di chi si occupa nell’Associazione di formazione e comunicazione ( Bruna Cantaluppi volontaria, Erika Frasconi psicologa e psicoterapeuta, Giuliana Lacrimini psicologa e psicoterapeuta) e  Io sto con A.V.A.D. l’esperienza di chi collabora con l’Associazione su tematiche specifiche ( Silvia Peruzzi psiconcologa, Antonella Mencucci e Jolanda Sposato medici palliativisti, Stefania Polvani sociologa, marzia sandroni comunicazione e marketing ASLsud est Toscana)

Elisabetta Giudrinetti  giornalista, intervisterà le autrici.

 

Scarica l'allegato - (locandina_LIBRO.jpg)